Home | Comunicazione | Osservatorio Freschissimi

Osservatorio Freschissimi

Convegno a Bologna - Martedì 18 Settembre 2018

Convegno Osservatorio Freschissimi: analisi e innovazione


Martedì 18 Settembre 2018 a Bologna

IL PROGRAMMA

Ore 9.30 Registrazione partecipanti

Ore 9.50 Saluti di Nicola Colabella, CEO Future Mark
INTERVENTO – Guidare il futuro: la missione di Future Mark nel settore freschissimi.

Ore 10.10 Introduzione del Dott. Ugo Gaetano Stella – Moderatore

Ore 10.20 Alessandra Ravaioli, Presidente dell’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta
INTERVENTO – Una visione al femminile dell’ortofrutta: prima di tutto empatia con i consumatori.

Ore 10.40 Gabriele Chiodi, Founder e Senior Partner di Chiodi Consulting
INTERVENTO – Blue marketing: filiere trasparenti per consumatori esigenti.

Ore 11.00 Giuliano Marchesin, Direttore di Unicarve
INTERVENTO – Decolla il Consorzio Sigillo Italiano per certificare la carne di qualità prodotta dagli allevatori italiani.

Ore 11.20 Michele Leone, Responsabile Fresco di Apulia Distribuzione Srl
INTERVENTO – La Bottega Rossotono.

Ore 11.40 Paolo Sottana, Direttore Commerciale presso il Salumificio Franchi di Borgosesia (Vercelli)
INTERVENTO – Salumificio Franchi: eccellenze.

Ore 12.00 Stefano Molaschi, Direttore Generale di Consulmarketing Spa
INTERVENTO – Il progetto Desir.

Ore 12.20 Saluti conclusivi di Nicola Colabella

Ore 12.45 Spazio per interventi del pubblico

Ore 13.00 Considerazioni finali Dott. Stella

Ore 13.15 Buffet e chiusura evento

Centro Tecnico del Commercio -  Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bologna
Via Alfieri Maserati, adiacente n. 16
40128 - Bologna


Visita il sito ufficiale dell'evento

COMUNICATO STAMPA 

Con Gabriele Chiodi, Founder e Senior Partner di Chiodi Consulting, è stato possibile apprendere le dinamiche legate al Blue marketing, con l'avvento del consumerismo ambientale e una sempre maggiore attenzione sulla tracciabilità e la sostenibilità dell'offerta dei prodotti ittici. «Il consumatore è diventato diretto portatore dei propri valori tramite il potere d’acquisto, e occorre rispondere anche alle mutate abitudini dei baby-boomers». Da qui la necessità di ristudiare le attuali classificazioni commerciali, rendendo riconoscibile il prodotto attraverso una serie di specifici caratteri numerici in grado di “raccontarlo” nel dettaglio: la trasparenza al servizio del consumatore. Chiodi ha parlato poi di competitività, che oggi assume consistenza anche attraverso strategie di naming, branding e packaging: «È giunto il momento di dare un nome ai prodotti indistinti».

Chiamaci per saperne di più

+39 335 8356836 o 0541 384455